Tecniche plastiche contemporanee - Mosaico

Obiettivo del corso

Sviluppare nello studente le conoscenze della ricerca plastico scultorea in relazione alle tecniche del mosaico: in particolare il mosaico artistico in tecnica diretta, tecniche che sono ispirate dalla tradizione ma anche alla

sperimentazione; relazionate alla decorazione, allo spazio architettonico e ai valori dell’autonomia espressiva del mezzo, con riferimenti alla storia dell’arte e ai linguaggi plastici contemporanei.

Gli approfondimenti sono affrontati con fasi teoriche (anche on line) con dispense sulla storia del mosaico,e fasi laboratoriali per l’esercizio e la conoscenza dei vari materiali utilizzati attraverso le fasi metodologiche: tecniche,

strumenti, collanti, supporti e materiali, (in particolare marmi per la facile reperibilità territoriale) ma anche ceramiche smalti vetrosi e altri di riciclo). E’ posta attenzione alle metodologie applicative storiche e quelle più attuali, con slancio

verso la ricerca, spaziando dalle applicazioni architettoniche, urbane/ pubbliche a quelle più domestiche e installative, interagenti anche ai nuovi media.

-Sviluppare progetti di lavori individuali o comuni: orientati all’architettura, o in autonomia anche in forme plastiche, in relazione all’arte contemporanea e ai valori concettuali che si vogliono esprimere o interpretare per affrancare la propria

inclinazione espressiva

Argomenti tematiche

Tematiche musive generali: (tecnica diretta e o indiretta)

Le tematiche d’approccio alla disciplina musiva sono sviluppate e articolate considerando che lo studente non abbia alcuna conoscenza di base del mosaico. Si inizia con una prima fase pratica con dimostrazioni che affrontano una serie di problematiche inerenti il linguaggio musivo nelle arti contemporanee (con la tecnica diretta) e volte all’acquisizione di una conoscenza tecnica ed espressiva.

1) Esercizi con uno o più mosaici in bianco e nero in marmi (bicromia) per sviluppare e conoscere le fasi preliminari del taglio, degli andamenti, del segno,

2) progetto personale: eseguire su progetto personale uno o più mosaici di cm 33 x 33 in tecnica diretta e taglio diretto delle tessere in marmo con martellina e tagliolo ed interpretare il lavoro con andamenti, disposizione tessere, inclinazione, taglio, sdoppiamenti

secondo le indicazione impartite, al fine di prendere gradualmente conoscenza di tutte le fasi tecniche e di “grammatica e sintassi” del linguaggio musivo.

3) eventuale opera in volume di vario materiale riciclato o modellato) in cui l’aspetto plastico e concettuale si possa associare all’arte musiva, o più ampiamente interpretato come aggregazione di elementi assemblati (omogenei o eterogenei) riconducibili ad aspetti di “linguaggio musivo” sia di struttura vera e propria, sia di superficie.

4 Progetti con enti e Istituzioni in atto

Si potrà aderire ad alcuni progetti in cui l’Accademia è partner nei quali gli studenti, anche in gruppi, potranno elaborare un proprio lavoro anche di gruppo finalizzato ad uno spazio, edificio, mostra, ecc…

Saranno considerati durante l’anno eventuali progetti, richieste, concorsi (come partecipazione singola o di gruppo) che siano promossi da istituzioni di carattere pubblico o sociale: come l’esecuzione di un mosaico collettivo o vari mosaici per un sito specifico permanete, o istallazione temporanea. Ciò a maggiore arricchimento degli aspetti di mosaico applicativo di “cantiere” che arricchisce il lavoro comune; in cui si tiene conto delle esigenze del committente, nei tempi, nell’organizzazione logistica, tecnica, progettuale. Non si esclude la collaborazione di un artista/design contemporaneo che pone lo studente in relazione tra progetto, cartone dato- ed interpretazione musiva.

Teorico: Per la parte delle tecniche mosaico si consiglia lo studio del “manuale” di Isotta Roncuzzi Fiorentini*, quale base generale delle conoscenze della storia dell’arte del mosaico nei secoli e nelle varie civilizzazioni, la conoscenza delle tipologie degli Opus tradizionali, le scuole, i materiali smalti e rocce, metodologie musive e applicative dell’arte del mosaico.

Per la parte delle tecniche plastiche, si consiglia il manuale di Pino Mascia e Sergio Monari: La plastica d’arte. *

Si auspica anche la possibilità di realizzare conferenze in sede o di parteciparvi all’esterno ove fossero attivate e ritenute interessanti alla formazione. Saranno fornite dispense e biografie dal docente.

Laboratoriale

L’esercizio pratico delle metodologie spiegate e studiate delle tecniche adottate a seconda degli elaborati da realizzare (tecnica diretta, indiretta a rovescio, su fibra di vetro), le malte, i supporti, in particolare legate ai progetti e tematiche

scelte.

ESAME

Per ogni fase elaborativa lo studente conseguirà una valutazione parziale che, sommata alle altre, costituirà base per la votazione finale riportata in sede d’esame. Per sostenere l’esame, lo studente deve raggiungere un necessario rapporto frequenza - crediti corrispondenti ad un impegno complessivo delle ore richieste dalla materia al piano di studi, accertate da docente sulla base delle frequenze (obbligatorie), del lavoro svolto e del materiale prodotto. Lo studente può produrre più opere.

Per la prova d’esame si richiedono:

1) la presentazione di elaborati grafici e fotografici, debitamente corredati da schizzi, appunti di riflessione sul tema scelto e schemi progettuali ed installativi dei lavori svolti.

2) la realizzazione delle opere concordate con il docente

3) una breve relazione introduttiva al lavoro (stampata in A4 con immagini dei lavori realizzati o PDF se l’esame è svolto in remoto) in cui sono riportate le motivazioni iniziali individuali, finalità dell’opera e modalità della installazione, procedimento di lavoro adottato, relazioni ed implicazioni con i materiali usati e con artisti e opere storiche nonché analisi di eventuali varianti scartate durante lo sviluppo del progetto, aver elaborato il proprio lavoro concordato con il docente.

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA


Manuali tecnici (disponibili in laboratorio per consultazione a-b-c-d)

a) La plastica d’arte (tecniche dei materiali compositi…) P. Mascia, S. Monari, D. Montanari editore 2010

Per il mosaico:

b) Materiali, tecniche e storia, Isotta Roncuzzi Fiorentini, ed.MW e V (Ra) 2002 *

c) Cesare Fiori, Tecnica e arte del mosaico antico, ediz. Il Girasole (Ra) 2018

d) Manuela Farneti: Glossario Tecnico-storico del Mosaico, Longo editore, (RA) 1993 + ristampe

e) Tutte le riviste di MOSAIQUE Magazine, disponibili in laboratorio

Altri testi e riviste sono disponibili in Laboratorio per consultazione, e altri saranno i indicati sugli argomenti sviluppati singolarmente.


Novembre 2021 prof. Enzo Tinarelli

Info: tinarelli@accademiacarrara.it

Informazioni
  • Docente Enzo Tinarelli
  • Scuola Decorazione
  • Tipologia Diploma Accademico di primo livello (triennio)
  • Ore 200L
  • Crediti Formativi 8
  • Settore ABAV13
Allegati