Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare migliorare i servizi, e le informazioni ai suoi lettori. Se continuate ad usare questo sito, si suppone che l'utente accetta di utilizzare i cookie. Ricordiamo inoltre che dal tuo browser è possibile cancellare la cache e tutti i cookies principali.

Convocazione colloqui concorso assistente amministrativo

scarica il file

OPEN DAY 2015  ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CARRARA

Progetti e iniziative

A cura di Gaia Bindi, Francesco Galluzzi, Lucilla Meloni, Gilberto Pellizzola, Marco Pierini, Domenico Scudero.

Coordinamento sedi a cura di Fabio Sciortino

Immagine e comunicazione: Federico Luci con gli studenti del corso di Graphic Design

Sedi: Palazzo Cybo Malaspina, Museo del Marmo, Centro Arti Plastiche, Blu Corner, I Salotti, Galleria Duomo, Studi Nicoli  (Carrara);  Fondazione Villa Bertelli Museo d’Arte Contemporanea (Forte dei Marmi); Piccolo Museo della Poesia Incolmabili Fenditure (Piacenza)

Ufficio Stampa: Monica Zanfini

Periodo: 22 maggio – 22 giugno 2015

 

Inaugurano il 22 maggio a partire dalle 17.00  gli eventi espositivi  che si svolgeranno nell’ambito dell’Open Day dell’Accademia di Belle Arti di Carrara che per questa edizione ha messo a punto un mese di mostre in vari luoghi della città. Completano il programma espositivo due eventi “out”: a Forte dei Marmi alla Fondazione Villa Bertelli Museo d’Arte Contemporanea e a Piacenza presso il Piccolo Museo della Poesia Incolmabili Fenditure.

Per questa occasione l’Accademia di Belle Arti di Carrara ha ideato e prodotto nove mostre e una serie di incontri con personalità dell’arte e della cultura, a cura di Gaia Bindi, che termineranno l’11 giugno.

Il 4 giugno alle 15.30 si svolgerà la lectio magistralis di Ettore Spalletti al quale verrà conferita la carica di Professore Onorario dell’Accademia di Belle Arti di Carrara.

Nella sede di  Palazzo Cybo-Malaspina Via Roma 1, troveranno spazio due esposizioni.

Stefano Arienti, uno degli artisti più apprezzati di questi anni che nel suo operare predilige i libri e i materiali cartacei, presenterà  Autodidattica  a cura di Lucilla Meloni. L’intervento di Arienti si articola nei diversi luoghi dell’Accademia adibiti alla didattica attraverso una serie di immagini proiettate nelle aule. Concepito come opera partecipata, il progetto prevede inoltre la realizzazione di cento Turbine (opere in carta) eseguite dall’artista con gli studenti dell’Accademia, che saranno posizionate in Aula Magna. Il Libro delle firme sarà un’altra opera aperta all’intervento altrui: il libro, sulle cui pagine l’artista ha disegnato immagini tratte dalle riproduzioni fotografiche del Palazzo Cybo Malaspina, ospiterà firme e disegni dei visitatori.

 

In Sala Dazzi (Aula Professori) la mostra curata da Francesco Galluzzi Anatomie medianiche. Gessi spiritici e fotografie medianiche dalle collezioni del Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” dell'Università di Torino  sarà  l’occasione per vedere i gessi , esposti per la prima volta in una mostra pubblica, ricavati dalle impronte che le manifestazioni di spiriti lasciavano nella creta durante le sedute spiritiche ai primi del ‘900, molto studiate da Cesare Lombroso negli ultimi anni della sua vita, accompagnati dalle foto scattate durante le stesse sedute per documentare visivamente l'effettivo accadere dei fenomeni occulti. Tale documentazione sarà messa a confronto con i gessi anatomici realizzati per scopi didattici e conservati tra il materiale dell'accademia, per paragonare due usi di tecniche del calco e una più generale concezione positivista della parcellizzazione del corpo.

Entrambe le mostre sono visitabili, con ingresso libero, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18.

 

 

Il Centro Arti Plastiche-CAP, Via Canal del Rio 1, ospita la mostra Alumni, a cura di Marco Pierini che presenta opere di ex-studenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. Gli artisti selezionati, diversi per provenienza geografica e tipologia di ricerca, condividono l’appartenenza a una medesima generazione (sono tutti under 35) e la formazione all’Accademia di Belle Arti di Carrara – alumni, appunto. In un momento storico nel quale si tende a non dare fiducia ai più giovani, prefigurando loro un futuro incerto e prospettando la soluzione della “fuga” oltreconfine (e non del soggiorno, del viaggio, dell’esperienza) è sembrato importante riconoscere la qualità e il valore di chi si sta affermando nel complesso sistema dell’arte essenzialmente grazie alle proprie forze e alla propria passione. Nella variegata ampiezza di poetiche individuali e di tecniche adottate dagli alumni, pare rivelarsi una costante – poco appariscente forse, ma sostenuta come un bordone – nell’insegnamento delle scuole dell’Accademia: la volontà di non creare discepoli a immagine e somiglianza degli insegnanti, ma di favorire la crescita e lo sviluppo di personalità autonome e indipendenti. Artisti selezionati: Affiliati Peducci/Savini, Andrea Carpita, Alessio Chierico, Anna Cirillo, Gabriele Dini, Leandro Estrella, Nastasia Grillotti, Giorgio Guidi, James Harris, Helena Hladilová, Chiara Lera, Francesco Marcolini, Namsal Siedlekci.

La mostra è visitabile nei seguenti orari: martedi 9,30/12,30; mercoledì-domenica 9,30-12,30 /18-21.

 

Presso Blu Corner, spazio no-profit per l’arte contemporanea di Piazza Alberica, trova spazio, fino al 7 giugno,  Wunderkammer. L’Accademia racconta. Opere cose sorprese curiosità… a cura di Gilberto Pellizzola.

Wunderkammer, o Stanza delle Meraviglie, indica una speciale forma di collezionismo, espressione dell’età barocca, che stravolge i canoni geometrici e le classificazioni razionalistiche per dare luogo ad aggregazioni in apparenza casuali ed inesplicabili, in varietà combinatoria allo scopo di stupire, di emozionare. Meraviglie e cianfrusaglie. Opere d’arte e di alto artigianato accanto a reliquie archeologiche e a strumenti scientifici, accostati a ritrovamenti fra i più bizzarri nella galassia dell’artificio come nel mondo minerale, vegetale e animale, a volte direttamente ibridati, emblematicamente nella figura e nel mito dell’automa. Similmente (con umile imitazione) opere d’arte e oggetti quotidiani, strumenti e documenti, immagini e reperti, entità nascoste o desuete, varietà e curiosità… tutto un repertorio della vita e dell’ambiente dell’Accademia viene riallestito in un luogo altro e con differente destinazione. L’idea è far generare dal caos meditato un analogo paradosso: la specificità molteplice, l’identità stratificata e dinamica, burocratica e geniale, anche, dell’istituzione Accademia di Belle Arti di Carrara. Attraverso concatenazioni sperimentali di forma e senso, in allegra e bizzarra con-fusione. Un nuovo elenco che potrebbe forse, con il suo elogio dello spiazzamento e dell’antifunzionale, far da introduzione al concetto Arte (e al fascino del mestiere delle arti). La mostra sarà aperta fino al 7 giugno dal martedì al sabato dalle 10,30/12,30 e dalle  16/19.

 

 

Presso I SALOTTI sarà ospitata la mostra Diminished Reality a cura di Domenico Scudero,  realizzata dagli studenti del biennio di NET ART e Culture digitali. Partecipano: Ilario Caliendo,, Grazia Cantoni, Alessio Falchi, Payam Faramarzian, Xu Liang, Elisa Pacilli, Bianca Wolkenstein Braccini.

La mostra sarà aperta fino al 7 giugno; martedì e mercoledì ore 16-20; da giovedì a domenica 16-23.

 

 

Mostra dei lavori degli studenti dell’Accademia di Belle Arti, a cura di tutto il comitato curatoriale

Sedi varie:

Galleria Duomo, Via Finelli 22, Carrara,  22 maggio al 14 giugno (mostra di scultura, pittura, disegni, incisioni)

Sabato 23 e domenica 24maggio ore 14-21; da fine maggio a metà giugno ven. sab. dom. 18-21:

I Salotti, Piazza Alberica 5 piano primo, 22 maggio- 7 giugno; martedì e mercoledì ore 16-20: da giovedì a domenica 16-23; (mostra di pittura, di arti multimediali)

Laboratori artistici Nicoli, Piazza XXVII Aprile, Carrara 22 maggio- 5 giugno dal lunedì al venerdì ore 7/12- 13/16 (mostra di scultura)

Museo del Marmo, Viale XX Settembre, località Stadio, Carrara 22 maggio-5 giugno dal lunedì al sabato 9,30-17.30 (mostra di mosaici)

Fondazione Villa Bertelli  Museo d’Arte Contemporanea, Forte dei Marmi (LU),

Disegni dalle opere restaurate di  Arturo Dazzi, dal 22 maggio al 31 maggio  lunedì 9-13; martedì-domenica 9-13/ 16- 19 con vernissage il 26 maggio ore 17.

 

Piccolo Museo della Poesia Incolmabili Fenditure, Ungaretti e la grande guerra. L’acrobata sull’acqua Via Pace 5, Piacenza, dal 26 aprile al 27 giugno, dal mercoledì al sabato ore 11-19; domenica su prenotazione.

Mostra di docenti ed ex-studenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara e dell’Accademia di Brera.

 

 

Oltre alle mostre, secondo la tradizione dell’Open Day, l’Accademia aprirà al pubblico i suoi laboratori che saranno visitabili da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18.

giovedì 4 giugno ore 15,30


"Ettore Spalletti: Lectio Magistralis"
a cura di Gaia Bindi, introduce Lucilla Meloni

In quell'occasione sarà conferito all'artista il titolo di di "Professore Onorario dell'Accademia di Belle Arti di Carrara".

 

 

Si allega elenco  esiti prova pratica Assistente Amministrativo

 

ESITO PROVA PRATICA CONCORSO ASSISTENTE AMMINISTRATIVO 28.4.2015

Proclamazione eletti, Presidi di Scuola e di Dipartimento

proclamazione presidi

Decretata l’opera vincitrice del concorso indetto da GE Oil & Gas el’Accademia di Belle Arti di Carrara: si chiama Evoluzione e nasce dal talento di Eleonora Rotolo, 27 anni di Viareggio.

 

Carrara, 15 aprile 2015Sono stati annunciati oggi i vincitori del concorso “Dai Nuova Forma al Nuovo Pignone”, nell’ambito della cerimonia di premiazione svoltasi presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara. L’iniziativa ha visto protagonisti i migliori talenti dell’Accademia nella realizzazione di un’opera in marmo bianco di Carrara che interpretasse il binomio “tecnologia e innovazione”, da sempre centrale per GE Oil & Gas. 

 

La commissione giudicatrice, composta dal Presidente e dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, dai rappresentanti delle Amministrazioni Comunali di Massa e di Carrara, dal Direttore dell’Associazione Industriali di Massa-Carrara e da rappresentanti di GE Oil & Gas, ha scelto come opera vincitrice “Evoluzione”, realizzata dalla giovane studentessa Eleonora Rotolo. “Evoluzione” si è aggiudicata il primo premio perchè, secondo la giuria, richiama uno storico simbolo aziendale- la pigna-rivisitandolo in maniera originale attraverso l’utilizzo di forme geometriche e meccaniche, che rendono l’opera visivamente interessante e armonizzata con il luogo scelto per l’installazione”.

 

La giuria ha inoltre premiato con una menzione due ulteriori lavori considerati meritevoli, a cura di Fabio Tasso e Alfredo Calasso. La prima opera, intitolata “P1C60TXY15V14125”, rappresenta e rielabora una specifica produzione dello stabilimento GE Oil & Gas di Massa, un modulo compressore nel proprio packaging: “Lo studente- recita la motivazione - si è distinto per l'elevata cura dei dettagli realizzativi del bozzetto, e per la la qualità delle soluzioni plastiche adottate.” La seconda opera, “Forme Geometriche”, viene segnalata invece “per aver armonizzato nel bozzetto, diverse forme e richiami ad elementi meccanici, pur mantenendo una resa estetica e scultorea unitaria”.

 

"Siamo felici di contribuire, grazie alla creatività e all'intuizione dei nostri studenti e al nostro robot antropomorfo, a portare l'arte e la cultura in un luogo di lavoro come l'importante stabilimento GE Oil & Gas di Massa” ha detto Simone Caffaz, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. “Il progetto risponde a una precisa volontà del management dell'azienda di creare un rapporto con l'Accademia, unendo così due eccellenze, pur operanti in settori molto diversi tra loro, del territorio apuano".

“La nostra è una storia di continua ricerca dell’eccellenza che si fonda su uno stretto rapporto con il territorio e le sue realtà più vitali, siano esse industriali, istituzionali o accademiche” ha commentato Massimo Messeri, Presidente di Nuovo Pignone. “Saremo molto orgogliosi di ospitare questa scultura all’interno del nostro stabilimento di Massa e facciamo i nostri complimenti alla vincitrice e a tutti gli studenti dell’Accademia, che appassionatamente hanno raccolto il nostro invito e espresso grande sensibilità nel collegare le due anime del territorio, quella artistica e quella tecnologica”.

 

L’opera vincitrice, realizzata in marmo bianco di Carrara, sarà collocata all’ingresso della rinnovata sededi GE Oil & Gas - Nuovo Pignone di Massa entro il mese di ottobre.


Il concorso “Dai Nuova Forma al Nuovo Pignone” è stato realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Carrara, con la collaborazione di GE Oil & Gas e dell’Associazione Industriali di Massa Carrara e con il patrocinio delle Amministrazioni Comunali di Massa e di Carrara. Agli autori dell’opera vincitrice e dei lavori considerati meritevoli saranno attribuite delle borse di studio grazie ad un contributo complessivo di 2.000 euro donato da GE Oil & Gas all’Accademia stessa.

 

 

GE Oil & Gas

GE Oil & Gas sta dando forma alla nuova era industriale nel settore del petrolio e del gas. All’interno dei nostri laboratori e dei nostri stabilimenti e soprattutto sul campo, ci spingiamo costantemente oltre i confini della tecnologia, studiando soluzioni innovative per risolvere le sfide operative e commerciali più difficili del nostro tempo. Abbiamo le capacità e le competenze tecniche per dare nuova energia al futuro, unendo il mondo delle macchine che produciamo alle più recenti e innovative tecnologie digitali.

Segui GE Oil & Gas su Twitter @GE_OilandGas

www.geoilandgas.com

 

Bando Elezione Presidi Scuole e Dipartimenti

 

Scarica il Bando (pdf)

Nell’ambito delle iniziative promosse dal Padiglione Italia 2015 a cura di Vincenzo Trione, patrocinate dal MiBAC in occasione di Biennale 2015, verranno realizzati n. 5 workshop, destinati agli studenti iscritti alle Accademie di Belle Arti italiane. Il progetto è coordinato per le Accademie da Giuseppe Gaeta (direttore Accademia di Belle Arti di Napoli) e da Paola Maddaluno per il Padiglione Italia. I laboratori tematici, riferiti ad alcune discipline artistiche insegnate nelle Accademie, saranno diretti da 4 artisti, invitati dal curatore del Padiglione Italia 2015 ad esporre alla mostra “Codice Italia”, e da un regista. I workshop, di taglio teorico-pratico, della durata di tre giorni, con cadenza mensile (da luglio a novembre 2015 - ad eccezione di agosto), si svolgeranno presso VEGA – Parco Scientifico Tecnologico di Venezia (via Libertà n. 12, Marghera, VE). I lavori realizzati nell'ambito delle attività dei vari workshop saranno esposti in una mostra organizzata presso la stessa sede.

Scarica il Bando