Progetto "Io attraverso"
  • alessio
  • Gio, 05/04/2017 - 14:27

"Io Attraverso"

Installazione scenografica con video, sonorizzazione ambientale e performance


Chiesa della Madonna delle Lacrime
Carrara, Via Carriona 44
Mercoledì 14 Giugno 2017 dalle 17.00 alle 20.00


Il progetto Io attraverso coinvolge tre Scuole dell’Accademia di Belle Arti di Carrara (Scuola di Scenografia, Scuola di Nuove Tecnologie per l'Arte, Scuola di Scultura) e sei Corsi: Regia (Prof.ssa Natalia Antonioli), Scenografia (Prof.ssa Simonetta Baldini), Scenotecnica (Prof. Elmar Giacummo), Tecnologie e Applicazioni digitali (Prof.ssa Cristina Fumagalli), Progettazione spazi sonori (Prof. Marco Cesare Consumi), Scultura (Prof. Pier Giorgio Balocchi). Gli studenti che partecipano al progetto sono circa sessanta.

L’evento finale dal titolo IO ATTRAVERSO, Installazione scenografica con video, sonorizzazione ambientale e performance, avrà luogo presso la Chiesa della Madonna delle Lacrime, a Carrara in Via Carriona 44, il giorno Mercoledì 14 Giugno 2017, dalle 17.00 alle 20.00.

 

Descrizione dell’evento

Si tratta di un lavoro composito che inviterà il pubblico a intraprendere un percorso a tappeguidandolo in un’esperienza di attraversamento durante il quale il visitatore potrà osservare videoinstallazioni e proiezioni video, ascoltare tracce sonore, giocare con un videogame ecc. Tutte le componenti del percorso svilupperanno a loro volta un aspetto particolare del tema dell’attraversamento, potenziando, così, l’esperienza vissuta in prima persona dallo spettatore. Il pubblico sarà chiamato a visitare un luogo sospeso e abitato da presenze silenziose, passando da un punto all’altro dello spazio, senza seguire un particolare ordine narrativo; sceglierà liberamente di varcare soglie, sbirciare attraverso fessure, scoprire frammenti di storie e, quando vorrà, potrà uscire.

 

Concept

Attraversare uno spazio. Passare da ‘esistere in un modo’ ad ‘esistere in un altro modo’. Attraversare è incontrare e scontrarsi, trovare e ritrovarsi. Attraversare è scegliere, superare ostacoli, sbagliare. Attraversare è lasciare tracce: in uno spazio dove gli errori sono preziosi e dove le esperienze diventano memoria. Io attraverso uno spazio e un tempo: io vivo. 

 

Lo spazio parla

Note per la scenografia (Prof.ssa Simonetta Baldini, docente del Corso di Scenografia)

Dopo una attenta e approfondita riflessione sullo spazio fisico/vissuto e spazio illusorio/rappresentato, piccoli gruppi di studenti, giovani registi e scenografi, collaborano sul tema dell’attraversare dando origine a percorsi, oggetti, opere, visioni: il progetto prende forma in modo peculiare a seconda delle caratteristiche che si sviluppano durante il processo creativo. Un progetto ampio e articolato che raccoglie in un unico allestimento molteplici intenzioni e interpretazioni. Il fine è quello di creare un luogo suggestivo, uno spazio “speciale”che accolga il pubblico e lo coinvolga, sia esteticamente che con momenti di interattività, in un percorso ricco di stimoli: uno spazio inedito e reale che esprime se stesso come risultato di un complesso lavoro collettivo.